Come suicidarsi

suicidioCome si evince dal titolo, questo post non fa ridere. Il fatto è che da una veloce occhiata alle statistiche del mese di agosto, sono rimasto sconvolto dalla circostanza che ben 16 persone siano arrivate qui digitando le parole “come suicidarsi” sul motore di ricerca. Ora, pur essendo io totalmente impotente di fronte a dei perfetti sconosciuti che abbiano deciso di togliersi la vita e che al fine di mettere in pratica il loro tragico piano stiano cercando suggerimenti e consigli in rete, potrei se non altro tentare di ritardare il reperimento di tali informazioni deragliando le loro ricerche verso qualcosa che possa salvargli la vita. L’unico modo per riuscirci è un Googlebombing a fin di bene, ossia un bombardamento di link che faccia salire una certa pagina web nell’ordine dei risultati di ricerca di una determinata parola o frase (ricordate la storia del “miserabile fallimento“?). Una delle pagine che da una veloce ricerca mi è sembrata più semplice ed utile per chi si senta depresso a tal punto da meditare il suicidio, si trova qui: per eseguire il bombardamento è sufficiente che parecchie persone scrivano un articolo, un post, un commento o un qualsiasi altro testo in rete contenente le parole “suicidio” e “come suicidarsi” collegate (mediante un link, come ho appena fatto io) a quella pagina. Ora, indipendentemente dalla follia e dalla presunzione dell’iniziativa, chi è disposto ad aiutarmi? Grazie anticipatamente.

60 commenti
  1. Comment by Tyler Durden, 6 settembre 2006 @ 6:07

    ci provo!

  2. Comment by FulviaLeopardi, 6 settembre 2006 @ 7:03

    solo 16? da me sono mesi e mesi che ne arrivano CENTINAIA

  3. Comment by Zizio, 6 settembre 2006 @ 9:39

    Scioccante … :(

  4. Comment by catepol, 6 settembre 2006 @ 10:23

    vediamo che si può fare maxime

  5. Comment by JohnnyDurelli, 6 settembre 2006 @ 11:57

    Ci proverò non appena avrò un minuto!

  6. Comment by kOoLiNuS, 6 settembre 2006 @ 17:42

    Presente !

  7. Pingback by [TrackBack] kOoLiNuS.net, 6 settembre 2006 @ 17:50

    [...] Ho semplicemente raccolto l’invito dell’amico _Maxime_ ad effettuare un Google Bombing de’ noantri per aiutare tutti coloro che cercano un aiuto (sbagliato) sul tema del suicidio. [...]

  8. Comment by Bayle, 7 settembre 2006 @ 0:05

    Intanto ho aggiunto un link nel blogroll, poi preparo un bel post. ;)

  9. Comment by ilallallero, 7 settembre 2006 @ 15:49

    E’ terribile!!! Io proverò a non usarle mai quelle parole… e se proprio mi dovessero scappare, mi ricorderò dei tuoi link!

  10. Trackback by [TrackBack] oRi0n, 7 settembre 2006 @ 18:41

    [...] Se stai pensando al suicidio, Battiato proverebbe a dissuaderti con un “Breve invito a rinviare il suicidio”.
    Noi blogger invece ti consigliamo qualcuno che, più che come suicidarsi, ti può spiegare che è solo “una soluzione permanente ad un pro… [...]

  11. Pingback by [TrackBack] SCOX 2.0, 8 settembre 2006 @ 0:28

    [...] Stai pensando da tempo al suicidio e cerchi informazioni su come suicidarti?Beh spero che questa iniziativa ti aiuterà. [...]

  12. Pingback by [TrackBack] scox’s Blog, 8 settembre 2006 @ 0:30

    [...] Stai pensando da tempo al suicidio e cerchi informazioni su come suicidarti?Beh spero che questa iniziativa ti aiuterà. [...]

  13. Comment by nessuno77, 8 settembre 2006 @ 2:58

    come suicidarsi?la risposta è facile basta chiederlo a DONADONI….:)))

  14. Pingback by [TrackBack] [FREE YOUR MIND], 8 settembre 2006 @ 8:25

    [...] Via Maxime, copio & incollo – e modifico – e vi prego di “aderire”. Grazie [...]

  15. Comment by Domiziano Galia, 8 settembre 2006 @ 10:45

    Io aderirò, però in cambio mi prendo una concessione di humor nero: non c’è nulla di strano. Semplicemente Google sa perfettamente che il blog di Maxime è mortalmente palloso per cui gli aspiranti suicidi li manda tutti qui.

  16. Comment by Oscar, 8 settembre 2006 @ 13:20

    solo per dirti che, nel mio piccolo, ho fatto googlebombing anch’io.

  17. Comment by Syl, 8 settembre 2006 @ 16:32

    ops… mi sono scordata -giuro- di scrivere nel mio post anche te ;)
    correggo!
    buona iniziativa, speriamo funzioni.

  18. Comment by Noantri, 8 settembre 2006 @ 16:43

    La mia indignazione (non retorica) per una vaccata come questa campagna l’ho già espressa nei commenti da Fulvia. Siccome la cosa viene da te (e siccome sia tu che Fulvia siete blogger a cui dedico parte del mio tempo volentieri), mi è parso giusto lasciare un cenno anche qui.

    Mi auguro, in futuro, una cernita più autorevole e sensata del materiale da diffondere tramite questo strumento decisivo qual’è il BLOG, in particolare da chi ha la fortuna di avere un megafono famoso e importante come quello che impugnate tu e Fulvia.
    Con immutata stima,
    [Ste]

  19. Pingback by [TrackBack] Blublog, 8 settembre 2006 @ 17:34

    [...] 1 – Volete un telefono-videocamera? Ecco il nokia N93 se state pensando di cambiarvi il cellulare, questo può essere una soluzione 2 – 126 ospedali costruiti e mai aperti… e gli italiani pagano!!! 3 – A volte capita anche questo curioso articolo scritto da maxime di pensieriineccesso.it 4 – Foto di un particolare complesso residenziale forse si sta meglio in internetmap.info 5 – LockPicking: L’arte dello scasso nella sicurezza anche queste sono passioni! 6 – Zattoo, TV online per tutti un nuovo software, ancora in fase di sviluppo, per vedere la televisione via Internet grazie alla tecnologia del Peer-to-peer [...]

  20. Comment by FulviaLeopardi, 8 settembre 2006 @ 17:38

    [Ste]: giuro che alla prossima ti parlo di Paris Hilton ubriaca :mrgreen:

  21. Comment by Maxime, 9 settembre 2006 @ 0:31

    [Ste]: ma figurati se io con questa iniziativa ho la pretesa e la presunzione di salvare delle vite umane… Però i concetti contenuti in quella pagina che sto cercando di pompare potrebbero se non altro far fare un’ultima riflessione a qualcuno di quegli aspiranti suicidi che cercano su internet dei modi per togliersi la vita. E sinceramente questo non mi sembra affatto un uso distorto di un blog, semmai un’azione che potrebbe rivelarsi inutile. Ma mai dannosa. ;)

  22. Comment by Noantri, 9 settembre 2006 @ 14:24

    Non dico che sia un uso DISTORTO del blog (forse è una parola usata a sproposito); direi che cose come questa campagna sono un uso TIPICO del blog. CARNE da blog, come scrisse Sepulveda su Il Manifesto (prima di inserirle in un secchio di vomito – testuale).

    Ci cadiamo sempre e comunque. E dovremmo cominciare a selezionare maggiormente. Ma è una mia opinione: non condivido la campagna in sé, stop. Il resto s’è detto per parlare.
    [Ste]

  23. Comment by Chris, 12 settembre 2006 @ 12:43

    Questa è una bella iniziativa. Complimenti.

  24. Comment by luca, 18 settembre 2006 @ 0:46

    SI ebbene si sono un aspirante suicida se volete saperlo ma purtroppo senza palle aime’…….forse x la paura di sentir dolore nn so ma cmq son 5 anni che ci penso .
    Vi chiederete come mai una persona decide di fare un gesto cosi…….
    Non so se ci riusciro mai ….ma una cosa e’ sicura e’ un pensiero quasi fisso,dato il fatto che nel mio caso presumo di essere il nonprusultra dei fallimenti totali.
    Da che ero piccolo tutta una serie di fallimenti e sfiga permanente che mi sfracassa i coglioni di brutto.
    A scuola dall’asilo fino alle superiori tutti calci in culo nella vita calci in culo dalle amicizie e ragazze calci in culo mai avuto un tot di rispetto e di successo per nn parlare poi dello sport.
    Non tanto dalla scuola perche’ ero un totale testa di cazzo facevo solo casino e infatti grazie ai miei che oggi ho un diploma ottenuto solo perche’ ero in una scuola parificata (privata).
    Con le ragazze sempre un po timido e forse anche da li un po me son rotto de campare son stato fidanzato 9 anni con una tipa alla quale un po ho fatto del male ma alla fine vi garantisco l’ho pagata cara e amara……e mi porto ancora le cigatrici dietro dopo che son passati 5 anni da che mi ha lasciato.
    Appena finita la storia come caz si fa io nn la cercavo ma ovunque andavo la trovavo e la vedevo con il suo nuovo compagno che si baciava e n’altro po trombavano pure vabe’ fa niente .
    Poi c’e’ stato tutto un botto di sfiga il lavoro che nn va perche’ gia trovare un lavoro a napoli e’ un casino mantenerlo e’ peggio ancor d+ qualche sacrificio l’ho fatto pure andando fuori ma senza sucesso naturalmente .
    Al di la di tutto oggi me rompo pure il cazzo di trovar lavoro ne ho cambiati a migliaia tutte stronzate che mi han fatto passare il genio anche di impegnarmi a cercare di stabilirmi almeno lavorativamente.
    Mi racconto un po cosi e nn vado nei paticolari se no vi iniziate a gratta le palle x antisfiga .
    Anzi un piccolo acceno, come si fa a fare 2 incidenti stradali in meno di 30 mn come caz si fa ancora me lo chiedo naturalmente entrambi i bastardi senza assicurazione eheh stiamo a napoli la city dei falliti .
    Altro nn ve dico.
    Volevo solo raccontarvi cosa passa dalla testa di un fallito come me .
    Ciao a tutti

  25. Comment by patrizia, 21 settembre 2006 @ 14:38

    vorrei morire ma non so come. Non voglio far vedere agli altri che voglio morire. Io voglio morire sul serio. Senza rimanere menomata, deforme o chissà come. Io prima o poi lo farò, forse con le pasticche ma non so l’abbinamento giusto. Non voglio addormentarmi e subire una lavanda sotto gli occhi divertiti dei parenti o, soprattutto, del marito. Io voglio morire sul serio. e non è uno scherzo . la mia è vita vera.

    mio marito mi ha tolto la gioia di vivere. Non vivo più, non sorrido più, non ho più fiato per andare avanti. lui ha l’amante e forse ce l’ha ancora. Lei l’ha scaricato e lui è tornato da me. Ed io non ho la forza per lasciarlo. Sono una codarda. Sono una stupida, senza spina dorsale!!!! E non ho più la forza per vivere un giorno dietro l’altro. Sono così stanca che quasi non ho la forza di respirare un esempio? una parte din un libro che sto scrivendo:
    Ma un giorno qualcuno le chiese:
    E tu, Stella, cosa hai da raccontare? Ci ascolti, ci preghi di parlare, ma, tu, ce l’avrai anche tu una storia da raccontare! Su, facci sentire cosa c’è dietro quell’ombra triste nei tuoi occhi!

    …non si può impedire ad un albero di essere albero, ad un fiore di essere fiore, ad un prato di essere prato. Non si può impedire ad un sorriso di essere felice, ad un cuore di battere forte, a una donna innamorata di smettere di esserlo. Non si può all’improvviso spegnere la luce ed avvolgere tutto di buio, silenzio e panico. No, non si può. Perché chi resta al buio finirà per rimanerci. Per soffrire, per tremare, per desiderare solo di morire. Quando lui mi abbandonò passavo le mie notti ad elencare tutti i possibili modi per togliermi la vita. Tanto non serviva più. Li passavo tutti in rassegna. Uno ad uno. Ma non ce n’era uno che mi convincesse. Quando lui mi abbandonò, d’improvviso, mi ritrovai in un mondo in bianco e nero senza più musica e senza più fiato per andare avanti. Persi la gioia di vivere. Non provai più amore, interesse e, soprattutto, curiosità. E, strano a dirsi, cominciai a detestare tutto ciò che fino ad allora mi aveva dato piacere, ciò che amavo. Le mie abitudini cambiarono. I miei piaceri divennero i miei incubi ed i miei incubi i miei piaceri.

    La mia vita si capovolse e da allora niente è più mutato. E’ come se in me ci fosse stata una catastrofe e che tutti gli avvenimenti fossero stati catalogati prima o dopo quel giorno. Quando ero felice e quando divenni infelice. Quando ancora sorridevo e quando smisi di sorridere. Quando lui c’era ancora e quando lui se ne andò…

    Accidenti! La tua storia supera tutte le altre. Perché non ce ne hai mai parlato? Come fai a tener dentro tutta quella roba? Ci vorrebbero damigiane di vino!!

    …anche il vino fa parte delle cose che mi facevano star bene e che ora, per reazione, detesto. Ecco perché riempio agli altri il bicchiere. Per ritrovare la Stella di un tempo in chi mi sta di fronte. Mi illudo di rivivere negli occhi degli altri ciò che ho vissuto io un tempo, prima che lui se ne andasse. Cerco negli altri la

    scintilla che in me si è spenta. E questa ricerca mi appaga. Mi rende tranquilla. Più tranquilla.

    Ma…lui che fine ha fatto? E’ morto?

    No, non è morto. Semplicemente mi ha lasciata.

    Ma tu come stai adesso?

    Sto. Niente più, niente meno. Ma dal profondo del mio cuore gli auguro la mia inquietudine. Tutta. Con tutte le mie energie io mi auguro che, prima o poi, il mio dolore sia il suo. Niente più, niente meno.
    Mi ha lasciato per una farmacista. Si chiamava Claudia. Avendo i genitori con mille problemi di salute, lui aveva stretto rapporti di amicizia con tutto il personale della farmacia sotto casa. Loro spesso gli davano le medicine anche senza ricetta. Gli facevano sconti. Lo aspettavano, sebbene l’orario di apertura fosse finito da un pezzo. Gli portavano, a volte, le medicine a casa. Insomma, si era stabilito un certo rapporto di amicizia o, meglio, di complicità. E dalla complicità all’amore il passo fu breve. Claudia, la bella farmacista dai capelli castani con riflessi mogano, all’improvviso, divenne il suo obiettivo. Tutto ciò che in una donna desiderava, in Claudia lui lo trovò. Se ne innamorò perdutamente e si dimenticò di Stella. Non è difficile far breccia nel cuore di un uomo. Basta fingere. Reinventarsi. Assumere un nuovo ruolo, far finta di avere gli stessi suoi gusti, di saperlo ascoltare, di commiserarlo, di approvare tutte le sue scelte; riuscire, come solo le donne sanno fare, a farlo sentire diverso dagli altri e, come d’incanto, lui ci cascherà.
    E lui ci cascò. Cascò nella rete di Claudia.
    E perse Stella. Per sempre.
    Un giorno, però, lui se ne rese conto, e tornò da Stella.
    Ma era già troppo tardi.

    …lo ami ancora?
    Infinitamente.

    E, allora, perché soffrire?

    Avete mai annusato l’angoscia? Sapete qual è il suo odore?
    E il suo sapore?
    Acido. Pungente.
    Perché soffrire?
    Avete mai annusato l’odio? Sapete qual è il suo odore?
    E il suo sapore?
    Bruciato. Cenere fresca.
    Perché soffrire?
    Sapete quanto è forte l’odore di bruciato? E quanto è pungente l’acido nelle narici?
    Sapete quanto è forte l’odore di bruciato per dieci mesi? E quanto punge l’acido per dieci mesi dentro il naso?
    Sapete quanto lunghi sono dieci mesi?
    E quanti minuti ci sono in dieci mesi?
    Perché la mia agonia è durata dieci mesi. Annusando solo bruciato e acido. Assaporando solo bruciato e acido. Perché durante la mia agonia lui non ha mai ammesso alcuna colpa. Mi ha accusata di essere gelosa appiccicosa. Di visionaria. Di pazza. Di persona psicologicamente fragile e bisognosa di cure. Mi ha allontanata come un’appestata. Mi ha offesa. Per imporre il suo dominio. Per farmi capire chi era che comandava.
    E chi comandava era un uomo più alto di me di circa trenta centimetri. Più forte. Un uomo che avrebbe sempre potuto avere la meglio su di me in qualunque momento per la sua mole.
    Ma non per il suo ingegno.

    Perché soffrire?

    Perché un animale ferito è più crudele di un animale feroce.
    Perché lo amo ancora così tanto che non riuscirei neanche a stargli vicino una sola ora. E più lo amo, più devo stargli lontano. Adesso il mio amore è pari alla sofferenza, ma se tornassi con lui verrei sopraffatta dall’odio.

    Amore e odio. Due facce della stessa medaglia.
    Riuscirei persino ad ucciderlo, tanto lo amo. Invece, lontano da lui, sono riuscita a stabilire un equilibrio. Due sentimenti così forti e così opposti che mi rendono incapace di amare o odiare.
    Non amo più.
    E non soffro più.
    E’ come se fossi sotto sedativi: apatica ed inebetita.
    Ma, soprattutto, innocua. Non pericolosa. Quante volte sono passata davanti alla farmacia con un coltello in tasca. Ma fortunatamente la razionalità ha avuto il sopravvento.
    Eliminai da casa tutti i coltelli e le possibili “armi? capaci di uccidere. Misi tutto in una busta che portai in soffitta. La chiusi in una cassetta di legno con lucchetto e spedii la chiave a mia zia pregandola di non darmela neanche sotto tortura. Mi chiese il motivo, ma non risposi. Dissi solo che stavo male e che cercavo la mia strada per risalire la china. Lei annuì e mi fece gli auguri, sicura della mia certa e rapida ripresa.

    La prossima settimana andrò a riprendere quella chiave. Sono passati due anni.
    Ora sono in grado di tenermi a bada.

    …due anni?

    Io pensavo peggio.
    Credevo di continuare il resto della mia vita mangiando carne con le mani. Credevo di passare il resto della mia vita con la rabbia che mi offuscava il cervello, scoppiare il petto e desiderare morte per me e per gli altri.
    Ora sopravvivo. Ancora non vivo. Ma sopravvivo.
    E non è poco.
    Il desiderio di morte è solo un brutto ricordo.
    …finalmente.
    Grazie a mio zio Angelo. Grazie a questo mio mulino.
    Ma, soprattutto, grazie a voi, miei cari amici, che con le vostre storie avete riempito quel gran vuoto che c’era in me.

    Io vi ho riempito i bicchieri, voi la mia vita.
    E non finirò mai di esservene grata.

  26. Trackback by [TrackBack] oRi0n, 22 settembre 2006 @ 19:30

    Google bombing per “suicidio” riuscito

    It worked (per google.com ci hanno già pensato)

  27. Comment by verena, 22 settembre 2006 @ 21:00

    vi voglio raccontare della mia vita schifosa:
    ho 23 anni sono una ragazza diplomata in massofisioterapia e gia da quando avevo 3 anni ho desiderato di fare il suicidio.ho provato A TAGLIARMI VENE E STRANGOLARMI ma tutto sempre senza riuscirci. quest anno appunto mi sono diplomata e da li avevo deciso veramente di farla finita infatti il 29 agosto mi sono decisa a buttarmi da 8 m dalla mia finestra cioe terzo piano della mia villetta. adesso io sono stata operata solo al polso e il resto va bene. è statta una esperienza fantastica e non ho paura di rifarlo di nuovo. in casa soffoco e fuori la vita non mi piace per niente, bevo e cerco conforto in questo tant$o che, ho deciso di rifarlo di nuovo ma stavolta da dall 8 piano dell’ospedale come lo aveva fatto un ragazzo quando sono stata in ospedale. la mia vita é solo una sofferenza.

  28. Comment by Maxime, 23 settembre 2006 @ 11:31

    Luca e Verena: non ho la pretesa di farvi cambiare idea, nè faccio lo psicologo, nè mi va di dire cose che magari potrebbero peggiorare la situazione anziché migliorarla. Vi invito però ad una riflessione: e se i vostri problemi fossero solo temporanei? Togliendovi la vita non sapreste mai se un domani cambierà tutto e diventerete improvvisamente felici. Quella pagina che ho linkato spiega chiaramente che “La maggior parte delle persone che ad un certo punto hanno pensato di suicidarsi, ora sono contente di vivere. Dicono che non intendevano porre fine alla loro vita – ma che volevano solamente far smettere il dolore.” Quando uno si trova a pensare al suicidio, deve parlare dei suoi sentimenti immediatamente: voi l’avete fatto sfogandovi su questo blog, ed è già un primo passo importante. Ora che ne dite di alzare la cornetta e di telefonare a qualcuno in grado di ascoltarvi ed aiutarvi a risolvere i vostri problemi (garantendovi l’anonimato)? Mi permetto di fornirvi un paio di numeri:

    Samaritans ONLUS: 800 86 00 22
    Telefono Amico: 199 284 284

  29. Comment by luca, 23 settembre 2006 @ 14:48

    199 che e’ a pagamento?? pure!!!! na grazie cmq .le palle per seccarmi nn cel’ho ancora ma chi lo sa ……. so solo una cosa che sono un cinico di merda nn mi colpisce e interessa + niente , nn mi va di ringraziarti perche’ mi hai fornito un numero o cosa ma nn per scostumatezza e’ perche’ nn c vedo niente di utile …….nn offenderti cmq che nn e’ mia intenzione…….voglio dire solo una cosa una frase che ho in mente da + di 5 anni perche’ dico la vrita’ da quando e’ finita la mia storia che sono caduto in questo fosso di merda dal quale nn riesco o forse nn ho le palle per alzarmi………..NULLA E’ PER SEMPRE……MA IL NULLA NON PUO’ ESSERE PER SEMPRE ciao a tutti.
    ps: Verena, non pubblicizzare come ti vuoi uccidere mi sembra na cazzata, non ti conosco e credimi ti sono vicino con i pensieri ma per favore se lo vuoi fa veramente impiccati, e’ l’unico modo sicuro credimi .
    Se nn vuoi farlo allora ogni tanto quando cazzo ti va, fa come me siediti su una caz di sedia guarda sto cazzo di cielo e pensa, pensa, pensa anche solo per 5 mn a tutto cio che puo’ farti star bene anche solo un micro cazzo di merda di secondo e tira ad andare avanti cosi forse dirai e che sono una codarda come te ?
    Boh nn so fa come caz vuoi te ma almeno provaci che te frega tanto hai provato con le vene hai provato da 8 metri che e’ na cazzata secondo me ………..8 metri che caz fai da 8 metri ne?? ia …………. nn ti conosco ma cmq tvb perche’ soffri come me …….quindi plz ascoltami se te va.
    VALE PURE PER PATRIZIA

    POI FATE COME CAZ VE PARE

  30. Comment by Maxime, 23 settembre 2006 @ 14:56

    Luca: il numero del telefono amico è un numero unico nazionale al costo di una telefonata urbana. Non ha i prezzi delle chat line… Poi, ripeto, io non ho nessuna pretesa, nè sono Gesù Cristo. Buona fortuna.

  31. Comment by Psicomante, 24 settembre 2006 @ 14:31

    Ci sono tante cose per cui vale la pena vivere, basta solo trovarle. Capita a tutti di provare dolore, la soddisfazione sta nel superarlo ;)

  32. Comment by Rosa, 27 settembre 2006 @ 23:16

    Ho 22 anni, è ho una grande voglia di morire mi chiederete perchè?
    sono fidanzata da 6 anni, e in questi sei anni non faccio altro che maltrattare il mio ragazzo con le mie paure e le mie ansie, avvolte penso che non ce la faccia più ma lui continua a stare con me nonostante io sono pazza in certi momenti. Infatti non mi controllo e dico cose da folle che poi dimentico.Con i miei genitori gli tratto sempre male, all’università vado di merda e anche nella vita. Non ho amici, e sono 22 anni che mi sento sola.Non ce la faccio più non voglio più far soffrire nessuno, e sopratutto non voglio più soffrire .E’ da quando sono nata che non faccio altro che fare del male e soffrire. Basta non riesco a cambiare la mia vita allora preferisco farla finita. Voglio un metodo indolore perchè è il coraggio che mi manca. Prendetemi pure per pazza lo sono, ma aiutatemi. Grazie.

  33. Comment by manu, 3 ottobre 2006 @ 18:22

    non sempre chi vuole finire di vivere è un vigliacco o un fallito , a volte ha semplicemente esaurito la forza per continuare. perchè rendere doloroso un passo che non si fa alla leggera ma dopo lunghe riflessioni ? è ingiusto privarci della possibilità di scambiare consigli su come soffrire meno .

  34. Comment by Divino Mk, 8 ottobre 2006 @ 14:21

    E’ da un bel pò di tempo che ho deciso di farla finita…Ma come la maggior parte delle persone che hanno il mio stesso problema ,non ho i gli attributi x farlo….Sto cercando un modo indolore x suicidarmi..Ma malgrado i miei sforzi non ci sono riuscito…Sarà l’adolescenza,sarò io che avrò problemi mentali…Non so più cosa fare….Grazie…

  35. Comment by confusa..., 9 ottobre 2006 @ 14:23

    ciao a tutti…vorrei un modo x morire come tutti gli altri!ho 16 anni,ma la mia vita fa skifo,da qnd ero piccola,avevo problemi…sn stata violentata e ora la mia famiglia lo sa,ho rovinato tt la famiglia,pichè il colpevole era un familiare.faccio soffrire tutti e sn inutile…xfavore aiutatemi!

  36. Pingback by [TrackBack] Vortexmind, 24 ottobre 2006 @ 17:08

    [...] Stai pensando al suicidio? Ti serve sapere come suicidarti? Le opzioni sono principalmente due. Puoi iscriverti a ingegneria informatica, oppure seguire questo link. (?) Technorati Tags: depressione, informazioni, link, morte, suicidarsi, suicidio, vita Bookmark this to:             [...]

  37. Comment by Vortexmind, 24 ottobre 2006 @ 17:17

    Io dico solo una cosa: secondo me lasciare un paio di link è solo un modo di lavarsene le mani. Bisognerebbe anche essere disposti ad ascoltare chi magari ha solo bisogno di parlare un po’ con una persona qualunque, se veramente si vuole fare qualcosa.

  38. Comment by elena, 24 ottobre 2006 @ 18:54

    allora per una che ha perso non una ma due persone con il suicidio direi che prima di suicidarsi bisognerebbe pensare al dolore che provoca una morte simile……anche se penso che chi lo fa è talmente disperato che pensa che con la morte vada via il dolore e non pensa al dolore che provocherà e che magari porterà ad un altro suicidio…………..
    …penso che se avessimo veramente fame non penseremmo al suicidio e smettiamola di piangerci addosso e cerchiamo di essere contenti per quello che abbiamo.

    io sono arrabbiata anzi incazzata con chi si è suicidato e sono riuscita a dire questo dopo quasi ventanni dal primo evento!

  39. Comment by Marina, 24 ottobre 2006 @ 19:26

    a me capita da qualche tempo a questa parte di fare dei pensieri assurdi quando guido in superstrada… sarei contenta di fare un mega incidente stradale e morire,senza uccidere nessun altro all’ infuori di me.
    a qualcuno è mai capitato? non ne parlo con nessuno perchè mi sento scema.

  40. Comment by Vortexmind, 24 ottobre 2006 @ 20:26

    Marina: a me si, anche se non nei tuoi termini. Io ritengo che certi pensieri siano “fisiologici” e che tutti li facciano per semplice curiosità, anche se nessuno lo ammette.

  41. Comment by pb, 1 novembre 2006 @ 20:00

    Avevo 9 anni
    mancava pochi giorni alla comunione.
    Un momento allegro, felice per tutti i bambini.
    Potevo essere io la regina della festa.
    Durante la preparazione, il prete ci fece scrivere un biglietto in segreto.
    Poteva essere un pensiero o un desiderio,
    io ho scritto il mio nome e indirizzo chiedendo che gesù mi facesse morire prima della comunione.
    ANCHE LUI SE NE è FREGATO E SONO ANCORA QUI.
    Ogni giorno che passa, il mio desiderio rimane immutato e sempre più intenso.
    Sono una vigliacca, ho paura di non riuscire,del dolore,ho paura.
    Vorrei trovare il coraggio o almeno svegliarmi morta.
    Per una malattia ci sono passata veramente vicina;
    lì mi sono accorta di quanto sia radicato il mio sogno.
    Ho vissuto quei giorni come se fosse la vigiglia di natale
    ma natale non venne.
    vorrei sapere come suicidarmi, ma non cerco un metodo, cerco il coraggio.

  42. Comment by pazzia, 4 novembre 2006 @ 5:19

    “ma vie n’est pas vraiment ma vie elle est à ceux qui m’ont choisi à leur maniere…
    et le soire ou je m’en irai finalment, je le ferai à ma maniere…”

    la pazzia non si arresta, nemmeno con gli psicofarmaci e visto che le vocine nella mia testa non smettono di mormorare… e ogni volta che poggio la testa sul cuscino si mettono a gridare… non resta altro da fare…
    l’iniziativa che avete avuto è buona credo. ma non mi ha aiutato più di molto vi ringrazio ugualmente… notte

  43. Comment by marta, 4 novembre 2006 @ 13:53

    vorrei morire ,perche tradendo o perso la persona che amavo più al mondo,o 16 anni e stavamo assieme da 2 anni e 7 mesi lui non vuole più avrere a che fare con me e io sto malissimo…..voglio toglermi la vita cosi potro stare bene,sempre….mio dio sto malissimo,gli o detto che x me è finito tutto,c’è stato un solo misero bacio a stampo,credo che lui mi ama ma per dare retta ai suoi primcipi non vuole tornare da me,io sto male x questo e o paura perche non faccio altro che piangere,stare male,vorrei solo che lui tornasse da me che ioe lui possiamo ancota rivivere quiei bellissimi momenti assieme….tornare come prima,non mi vuole perdonare,ma io volgio tornbare da lui e per lui darei tutto anche la vita…..aiutatemi…..marta

  44. Comment by simona, 11 novembre 2006 @ 22:16

    marta sono sicura che un pò di tempo per sbollire la situazione gli servirà…non fare sciocchezze…ma ti auguro con tutto il cuore che lui ritorni…e se non ti sa perdonare vuol dire che non ti amava!!!chi ama perdona ricordatelo!!!

  45. Comment by NemesiNera, 13 novembre 2006 @ 22:40

    …voglio provare anch io…

  46. Comment by NemesiNera, 13 novembre 2006 @ 23:16

    10 minuti, e già due linkaggi….mi fa paura come cosa…

  47. Comment by luca, 15 novembre 2006 @ 19:53

    ecco perchè non riesco a trovare il modo per suicidarmi. Invece di stare li a rinviare la sofferenza di qualcuno perchè non la smetti con questa tua iniziativa?
    Per colpa della vostra iniziativa probabilmente qualcuno, compreso il sottoscritto, farà una morte atroce perchè non ha trovato informazioni per una morte indolore.Per favore rispettate chi soffre.

  48. Comment by anonimo, 24 novembre 2006 @ 19:12

    ciao. Io sono una ragazza di 16 anni e sono inamrata con un omo molto piu grande di me,ma non e quest roblema. e che io a gennaio 2006 sono rimasta incinta e a mrzo ma madre a capito tutto e io ho bevuto tranquelizandi e ho abortito aborto spontaneo..problema che io non riesco a vivere senza qesto bambino che aspeto, e passato tanto temp ma io non riesco mi sento in colpa, da quando e morta sono cambiata l’amora cn mi uomo non e cambiato, ma il mio carattere, sono gelosia tntisimo sto male se per la tanta gelosia se per il mio piccolo io lo volevo tantissimo, credo che anche li la voleva..sto male e non riesco darmi pace voglio morire perche il mio piccolo e morto e io devo essere morata..se c’è qualcuno che mi po dare consigli aspeto emicke@libero.it

  49. Comment by il nome non importa, 26 novembre 2006 @ 0:56

    Mi fanno pena quelli che si vogliono suicidare pur avendo avuto qualcuno da amare e che abbia ricambiato questo straordinario sentimento. Io non ho mai vissuto queste cose, vivo quotidinamente, all’età oramai di 19 anni, con la voglia, altalenante e assassina, di far scorrere una volta e per sempre i titoli di coda. So che se le cose andranno avanti così purtroppo dovrò prendere in considerazione questa scelta. Credetemi, potete avere tutti i problemi del mondo. Ma avere la consapevolezza di non essere stati mai amati da una donna dopo 4 lustri, mentre vedi coppie e coppiette felici non ha assolutamente eguali. Ti senti come un punto nero in un mondo di luce, come un emarginato, un diverso, un escluso…RIFLETTETE, VALUTATE X BENE IL VOSTRO PROBLEMA, C’è CHI STA MOLTO PEGGIO DI VOI

  50. Comment by da, 2 dicembre 2006 @ 18:20

    Vorrei dire a tutte le persone che pensano di suicidarsi per una storia d’amore finita..
    La vita è fatta anche di sconfitte..
    Dalle storie finite cè sempre qualcosa da imparare.
    Se non c’era amore è meglio che sia finita..
    Perchè suicidarsi??

    Pochi mesi fa ho perso l’uomo con cui avevo deciso di sposarmi.
    Lui amava la vita ed è morto all’improvviso per un aneurisma cerebrale.
    Aveva solo 24 anni e aveva tanti sogni e tanti progetti.
    Ha donato i suoi organi e salvato la vita a tanta gente.
    Non sprecate le vostre vite.

    Sò che cosè il dolore.
    Lo vivo tutti i giorni sulla mia pelle..
    E so anche cosa significa essere soli..
    La gente che sta intorno a me non capisce..
    Cè chi pensa che dovrei essere felice come prima?
    Ma come faccio a esserlo? Lui non cè più.
    Il fatto è che non tutti sanno soffrire..
    e queste persone preferiscono negare cosa sia successo.
    Qualcuno mi ha anche detto “arrangiati da sola”
    è con queste persone che il mondo fa schifo.
    Se tutti fossimo un pò più attenti agli altri la gente non tenterebbe i suicidi.

  51. Comment by hopeness, 3 dicembre 2006 @ 23:21

    Le modalità di suicidio sono varie. Ciò che manca è il coraggio. Sono sempre stata un’aspirante suicida, ma non ne ho mai avuto il coraggio e l’ho sempre rinviato che l’anno seguente sarebbe andato meglio. Nessun anno è andato meglio, amzi è solo peggiorato. Ma ringrazio comunque sempre Dio per non avermi mai dato il coraggio sperando sempre che l’anno seguente vada meglio :-)

  52. Comment by limbo, 19 dicembre 2006 @ 15:14

    rispettate chi nel lasciare questo mondo ha trovato una soluzione al suo problema e smettetela con queste iniziative stupide. vi fa sentire bene fare i paladini della giustizia?

  53. Comment by Davide, 20 dicembre 2006 @ 15:05

    Volete ammazzarvi? E ammazzatevi cazzo. Ho letto di rispetto del dolore, di tentativi che funzionano e tentativi che no, di gente che addirittura morirà in agonia per il googlebombing…ma che caspita; buttatevi, impiccatevi, fate quel che vi pare. Tutti abbiamo almeno per un periodo della nostra vita pensato al suicidio. Tutti i giorni ci pensavo. Magari capiterà ancora più avanti, chissà. Non è che ci troviamo tutti nella situazione di Allende (il primo che mi viene in mente). Voglio dire, da Cobain in poi siete tutti delle piccole testoline di cazzo. Liberateci della vostra stupidità e del vostro egocentrismo. Se davvero credete che avete tutti i problemi di sto mondo e valga la pena ammazzarvi fatelo, ma fatevi prima un giro fra i senzatetto, in carcere, negli orfanatrofi polacchi, nelle strutture per malattie psichiche, in un cpt, fatevi la traversata a bordo di un gommone fino in libia…..e se siete ancora di quell’idea, andate a cagare
    Con affetto.

  54. Comment by gio, 25 dicembre 2006 @ 16:38

    non o voglia di scrvere, vi dico tre buoni motivi per farlo,in cambio datemi la soluzione meno dolorosa e piu sicura mi e morto mio figlio a otto anni o una malattia garavissima, e sono stato tradito ripetutamente nel peggiore diei modi adesso sono troppo stanco basta ..

  55. Comment by giuseppe, 25 dicembre 2006 @ 16:42

    datemi subito una risposta senza dover perdere neanche una goccia di sangue

  56. Comment by me, 28 dicembre 2006 @ 15:26

    io…non sò cosa dire…
    cioè non ho molto da dire….non penso che il mondo faccia schifo o che la vita sia terribile sempre…ho avuto forti traumi e dispiaceri ma …so’ sorridere al prossimo..
    il punto è che mi sforzo di andare al passo con il mondo..di reagire…ma vedo che è inutile….nn mi ci ritrovo…in questa follia che è la vita…
    mi stò suicidando…lentamente….si stanno ammalando i miei organi…uno ad uno…e faccio soffrire la persone che amo di piu’…dico cose cattive…insulti e divento terribile…quale altra soluzione….ho alle spalle oramai anni di analisi e farmaci……forse sono proprio io che non vado..

  57. Comment by Francesco, 30 dicembre 2006 @ 7:14

    Salve,Io mi stò documentando per trovare un modo efficare per porre fine alla mia vita.I veleni sono quelli che mi danno più fiducia.Tagliarmi le vene?No,qualcuno potrebbe pure salvarmi.Invece col veleno facilito le cose.E comunque non scherzo.Ho messo il mio blog in vista che sarà l’unica cosa che rimarrà in vita di me.
    Buona giornata a tutti

  58. Comment by alessandra, 3 gennaio 2007 @ 14:05

    beh…io ho cliccato perchè non ho il coraggio di farlo..ma ci penso ogni giorno

  59. Comment by Giuan, 3 gennaio 2007 @ 15:11

    Francesco, non so se dica più cazzate quì o nel tuo blog ridicolo.
    Beh, voi del sito, che non parlate più? volevate fare il googlebombing (netiquettamente parlando ODIOSO perchè il dirottamento delle ricerche rovina solo il servizio) e vi siete trovati il sito popolato di aspiranti suicidi; come ve la cavate ora?

  60. Comment by Maxime, 3 gennaio 2007 @ 15:28

    Giuan: noi del sito (che poi sarei io e basta) abbiamo già spiegato più volte che non avevamo chissà quale pretesa, tanto meno la presunzione di salvare delle vite umane. Speravamo di spingere tutti questi aspiranti suicidi a fare un’ultimissima riflessione. Sapevamo che questa azione, nella peggiore delle ipotesi, si sarebbe rivelata inutile. In ogni caso, conviene chiudere qui i commenti di questo post, ché davvero non se ne può più. Grazie a tutti quelli che hanno partecipato.

RSS feed dei commenti a questo articolo.

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.