Quali sono le zone più belle dell’entroterra pugliese?

Quali sono le zone più belle dell’entroterra pugliese?

Settembre 17, 2021 0 di Admin

La Puglia oltre il mare

La Puglia, conosciuta soprattutto per il mare incantevole che bagna le sue coste, è un vero condensato di bellezza, non solo paesaggistica, ma anche storica e culturale. Chi decide di trascorrere qui le sue vacanze difficilmente rimarrà deluso.

E’ interessante sapere comunque che le ricchezze del territorio non si trovano solamente sulla costa, ma anche nell’entroterra. Per andare oltre l’ovvio, andiamo pertanto a scoprire quali sono le zone più belle dell’entroterra pugliese.

Itinerario da Nord a Sud

La Foresta Umbra è uno dei siti patrimonio dell’UNESCO, un bosco fitto di estrema bellezza, dove effettuare delle bellissime passeggiate completamente immersi nella natura incontaminata.

Non lontano troviamo Monte Sant’Angelo. Cosa mai potrà esserci di così interessante in questo paese piantato in cima al promontorio del Gargano? Nientemeno che un altro sito patrimonio dell’UNESCO, il Santuario di San Michele Arcangelo, un costruzione che testimonia l’arte longobarda in Italia. Da non sottovalutare è anche la visuale di cui si può godere, una vista mozzafiato sia sul golfo di Manfredonia che sul Gargano.

Rimanendo in tema di patrimoni UNESCO, non possiamo non menzionare Alberobello. Situato nella splendida Valle d’Itria, questo borgo affascinante è diverso da qualsiasi cosa abbiamo visto fino a questo momento. I trulli sono delle costruzioni interamente realizzate con pietra a secco, dalla forma circolare ed il tetto conico. Alberobello è la città che più di ogni altra li accoglie.

I trulli sono disseminati per tutta la campagna della valle d’Itria, caratteristica per la terra rossa, i muretti a secco, gli alberi di ulivi secolari dalla forma imponente le masserie ed i borghi di interesse storico. Tra questi menzioniamo Martina Franca, Gravina e Castellana. Proprio qui si trovano le famose grotte di Castellana, delle grotte sottoterra di natura carsica con stalagmiti e stalattiti.

Molto bello e caratteristico è anche il centro storico di Cisternino, in provincia di Brindisi. Una volta entrati attraverso la porta grande ci potremo addentrare nel dedalo di viuzze strette e case bianche adornate dai gerani.

Che dire di Ostuni, la città bianca? Questa città medievale preserva la tradizione secolare che vieta di utilizzare un colore diverso rispetto al bianco per le facciate delle case, caratteristica che regala luminosità. Una serie di viuzze strette lastricate di pietra ci attendono per visitare il suo centro storico.

Scendendo ancora più a Sud troviamo la regina del Barocco Leccese. Lecce è una città tra le più belle del sud Italia, ed un tour per il suo centro storico ci offrirà l’idea di cosa significhi la parola barocco da queste parti. La Basilica di Santa Croce è il massimo esempio di barocco leccese, e regala ai visitatori un’esplosione di dettagli estremamente elaborati incisi nella pietra leccese.

Stesso discorso per Nardò, situata leggermente più a Ovest. Entrando nelle mura della città non potremo evitare di rimanere affascinati dallo stile “arabeggiante” dei suoi palazzi nobiliari.