Quanto guadagna un influencer?

Quanto guadagna un influencer?

Luglio 29, 2019 0 di Admin

L’influencer è la professione del momento, quella a cui tutti aspirano per dare una svolta alla propria vita. Vuoi perché si presenta come un lavoro poco faticoso oppure perché consente di essere sempre al centro dell’attenzione, gli influencer sono i nuovi divi dei nostri tempi. Ovviamente non manca l’interesse per l’aspetto economico che in alcuni casi può garantire lauti guadagni.
Ma come si fa a diventare influencer e quanto si può guadagnare? Ecco tutte le risposte ai vostri quesiti.

Che cosa fa un influencer?

Quando si sente parlare di influencer, ci si riferisce a un personaggio noto a cui il pubblico riconosce credibilità in un determinato settore e accorda la sua fiducia. Il fan – che in gergo viene chiamato follower perché, letteralmente, segue il personaggio famoso – si fidelizza al personaggio pubblico e si lascia consigliare nella scelta di prodotti o servizi di vario genere.
L’influencer, quindi, in un certo senso è un personaggio che pubblicizza un determinato bene e riesce ad ottenere la fiducia del suo pubblico che decide di provare e acquistare quel prodotto e/o servizio.

Le aziende sfruttano questa capacità di influenzare e affidano le proprie creazioni ad un influencer del settore merceologico di riferimento per sponsorizzare i propri prodotti. La scelta dell’influencer deve essere fatta in modo ragionato, non solo preferendo personaggi riconosciuti e apprezzati ma che abbiano anche un certo seguito di follower: infatti, più è alto il numero di follower e più sarà grande la platea di chi potrà lasciarsi influenzare dagli influencer, finendo con l’acquistare il prodotto.
Per questo motivo gli influencer più ricercati dalle aziende e, di conseguenza, più pagati sono quelli che possiedono il maggior numero di follower.

Come guadagna un influencer?

Ma da cosa deriva il guadagno di un influencer? Ovviamente sono le aziende a pagare gli influencer per sponsorizzare un prodotto o un servizio. La retribuzione avviene in base al numero di post – ossia i messaggi promozionali più o meno sfacciati – che l’influencer pubblica secondo un piano editoriale ben strutturato e deciso con l’azienda cliente. Più cresce il numero di consensi che un influencer riesce a mettere insieme e maggiori saranno le possibilità di essere notati da parte di un’azienda che vuole farsi pubblicità.

Per questo motivo, per chi intende intraprendere la carriera di influencer, è importante riuscire a mettere insieme un numero di follower molto alto altrimenti si rischia di non risultare appetibile per le aziende. Lo strumento principale utilizzato da un influencer per raccogliere consensi è il suo profilo social: vanno per la maggiore Instagram e Facebook ma non vengono disdegnati neanche Twitter e Pinterest. Molti influencer utilizzano anche un blog personale che può sicuramente essere un trampolino di lancio ma richiede una certa cura e attenzione costante.

Quanto guadagna un influencer?

Non esiste un tariffario ufficiale per stabilire quanto guadagni un influencer e ovviamente molto dipende dal seguito che si ha sui social. Tuttavia, alcuni professionisti del web più famosi arrivano a guadagnare per ogni singolo post davvero cifre da capogiro. Ad esempio, Chiara Ferragni, che è forse l’influencer italiana più famosa nel mondo, si piazza al sesto posto nella classifica degli influencer più pagati: ogni suo post sponsorizzato viene pagato dalle aziende circa 12 mila dollari.

Ovviamente, però, stiamo parlando di una regina del web ma non per tutti le cifre sono a tre zeri. Un influencer di piccole dimensioni, con un seguito fra i mille e i cinquemila follower, può essere pagato una cifra che varia dai 50 ai 75 euro a post. Più aumentano i seguaci, maggiore è la retribuzione per singola sponsorizzazione, arrivando a toccare i 300 euro per chi ha più di 20 mila follower.

I guadagni sono trasversali, indipendentemente dal settore merceologico nel quale ci si muove. La professione dell’influencer è infatti molto democratica: non importa la vostra età, la professione, l’aspetto fisico, il colore della pelle. Tutto il denaro si muove esclusivamente a suon di like.

Come diventare influencer di successo

È abbastanza facile da intuire che per diventare influencer di successo occorre avere molti follower e dimostrare alle aziende del proprio settore di essere una figura credibile, in grado di muovere le opinioni di un folto pubblico. Le strade per raggiungere questo obiettivo sono molteplici. Sicuramente curare i propri profili social con contenuti di qualità, foto nitide e interessanti e video coinvolgenti può essere un buon inizio ma non è sufficiente per attirare l’attenzione del pubblico.

Un modo molto semplice per accaparrare più follower propensi a seguire chi ha già un buon consenso, è quello di acquistare like: in questo modo è possibile in un solo colpo riuscire a migliorare la credibilità dell’influencer ottenendo seguiti e consensi.
I like, però, devono provenire da follower di qualità, reali e certificati che attireranno ulteriore pubblico. Li si può acquistare da Visibility Reseller.

In questo modo si coltiverà la strada verso il successo e si collezionerà il numero di follower ideale non solo per diventare attraenti agli occhi delle aziende ma anche per puntare ad ottenere compensi maggiori per ogni post.